Pupazzi di stoffa

Pupazzi di stoffa

Pupazzi di stoffa e la loro importanza per il vostro bambino

Che cos'è il pupazzo di stoffa e cosa rappresenta per il bambino?

Un pupazzo di stoffa è un ottimo gioco per distrarre il bambino e farlo giocare, sicuramente ne avrete sentito parlare e ne avrete visti in quantità enormi perché di solito accompagna il neonato in culla e nel passeggino e ha varie forme. Si distingue per la sua morbidezza, è molto soffice in modo che il bambino lo possa abbracciare mentre dorme. Questo pupazzo assume un significato particolare ed è sempre al fianco del neonato e lo sostiene nella postura mentre dorme, più che un semplice ppazzo, diventa un vero e proprio compagno di avventure e di giochi con cui il bimbo si relaziona in maniera fantasiosa. Un pupazzo è anche un ottimo sostitutivo quando la mamma va a dormire e non fa sentire il neonato solo. Se il pupazzo ha preso anche il profumo della mamma allora tanto meglio, perché il bimbo avrà la sensazione di abbracciare la mamma e farà sonni più tranquilli. Questo oggetto permette al bambino un primo contatto con la realtà e il superamento del distacco parziale dalla madre. Già verso i 4 mesi, il bimbo associa il pupazzo come a qualcosa proprio che inizia ad avere un valore, inoltre dona al piccolo più fiducia e senso di sicurezza, svolgendo un ruolo molto importante nelle sue interazioni e anche negli affetti.

Come scegliere i pupazzi di stoffa per il bambino?

Un pupazzo di stoffa è un oggetto versatile e può essere anche una coperta, un peluche oppure una maglia, ma bisogna fare attenzione e ricordare sempre che deve essere adatto per il bimbo, e che abbia le misure di sicurezza giuste. Infatti non tutti i peluche sono idonei per bimbi che hanno meno di 36 mesi, in quanto potrebbero contenere parti piccole che il bimbo può accidentalmente ingerire.
Il pupazzo non deve essere troppo piccolo, altrimenti il bambino potrebbe perderlo, ma neanche troppo grande, in quanto potrebbe non essere adeguato a stare nella culla. Si raccomanda di scegliere un pupazzetto lavabile e che non faccia rumore o abbia meccanismi elettronici. Si consiglia di lavarlo a 30 gradi a mano e si consiglia inoltre di comprare due pupazzi per tenerne uno di riserva in caso di perdite, lavaggi o rotture improvvise.

Fino a che età il bimbo deve usare i pupazzi di stoffa?

Il pupazzo fa compagnia al bimbo durante la ninna nanna e quando mamma e papà sono parzialmente lontani. Si consiglia di far distaccare il bimbo nei momenti del gioco e della pappa, in modo da abituarlo gradualmente e da razionalizzare il rapporto, evitando un legame ossessivo. Un buon momento per separare il bimbo dal pupazzo è quando inizia ad andare all'asilo o alla scuola elementare, dipende dalla tipologia e dal modello. In questo periodo si creerà la giusta distrazione attraverso cui il bambino senza particolari problemi riuscirà ad affrontare questo piccolo ma grande cambio radicale nella sua breve vita ancora tutta da scoprire

ACQUISTA I NOSTRI TENERI PUPAZZI DI STOFFA